Shared hosting su TopServer

In questo articolo mostrerò come si configura in poco tempo una VPS per hosting condiviso con tanto di pannello web superaccessoriato per gli utenti. Lo strumento che andrò ad utilizzare si chiama Virtualmin (www.virtualmin.com), come potete vedere dal sito si tratta di una GUI avanzata per configurare virtualhost apache (e tanto tanto altro) in pochi click, così da poter hostare i siti dei propri clienti.

Per scrivere questo articolo utilizzerò una VPS fornita da TopHost che recentemente ha lanciato i TopServer, macchine virtuali con tariffazione al minuto, IPv6, nessun limite di traffico e 100Mbps di banda. Maggiori informazioni sulle caratteristiche dell’offerta le trovate su http://www.tophost.it/sc/topserver/.

Appena avviata la nuova macchina (consiglio vivamente di utilizzare Debian) ci colleghiamo con l’utente di root via ssh e senza bisogno di toccare altro scarichiamo lo script di installazione di Virtualmin disponibile sul sito

root@ts101042:~# wget http://software.virtualmin.com/gpl/scripts/install.sh

e poi lo eseguiamo

root@ts101042:~# sh ./install.sh

Lo script si occuperà di aggiornare la lista dei pacchetti in repo e di scaricare qualsiasi cosa abbia bisogno. Incollo l’output dello script per chiarezza.

root@ts101042:~# sh ./install.sh

Welcome to the Virtualmin GPL installer, version 1.0.9

 WARNING:

 The installation is quite stable and functional when run on a freshly
 installed supported Operating System.

 If you have existing websites, email users, or if you manually installed
 Virtualmin via a Webmin 'wbm' module, you are likely to run into problems.
 Please read the Virtualmin Administrators Guide before proceeding if
 your system is not a freshly installed and supported OS.

 This script is not intended to update your system!  It should only be
 used to perform your initial Virtualmin installation.  If you have previously
 run the Virtualmin installer, you can perform upgrades and updates from within
 Virtualmin itself, or using your system's package manager. Once Virtualmin is
 installed, you never need to run this script again.

 The systems currently supported by install.sh are:
 CentOS and RHEL 5-6 on i386 and x86_64
 Scientific Linux 6 on i386 and x86_64
 Debian 6.0 on i386 and amd64
 Ubuntu 8.04 LTS and 10.04 LTS, and 12.04 LTS on i386 and amd64
 Amazon Linux 2012.03 on i386 and x86_64
 FreeBSD 7.0 and 8 on i386 and amd64

 If your OS is not listed above, this script will fail.  More details
 about the systems supported by the script can be found here:

   http://www.virtualmin.com/os-support.html

 Continue? (y/n) y
Checking for HTTP client...found /usr/bin/wget -nv
Checking for perl...found /usr/bin/perl
2012-07-09 16:42:56 URL:http://software.virtualmin.com/lib/spinner [579/579] -> "spinner" [1]
Loading log4sh logging library...
2012-07-09 16:42:57 URL:http://software.virtualmin.com/lib/log4sh [21395/21395] -> "log4sh" [1]
INFO - Started installation log in /root/virtualmin-install.log
INFO - Checking for fully qualified hostname...
INFO - Hostname OK: fully qualified as ts101042.server.topcloud.it
INFO - Installing serial number and license key into /etc/virtualmin-license
INFO - Loading OS selection library...
2012-07-09 16:42:58 URL:http://software.virtualmin.com/lib/oschooser.pl [4461/4461] -> "oschooser.pl" [1]
INFO - Download of http://software.virtualmin.com/lib/oschooser.pl Succeeded.
INFO - Loading OS list...
2012-07-09 16:42:58 URL:http://software.virtualmin.com/lib/os_list.txt [3735/3735] -> "os_list.txt" [1]
INFO - Download of http://software.virtualmin.com/lib/os_list.txt Succeeded.
INFO - Operating system name:    Debian Linux
INFO - Operating system version: 6.0
INFO - Configuring package manager for Debian Linux 6.0...
INFO - Enabling universe repositories, if not already available...
INFO - Disabling cdrom repositories...
Get:1 http://debian.seeweb.it squeeze Release.gpg [1672 B]
Ign http://debian.seeweb.it/debian/ squeeze/contrib Translation-en
Ign http://debian.seeweb.it/debian/ squeeze/main Translation-en
Ign http://debian.seeweb.it/debian/ squeeze/non-free Translation-en
Get:2 http://debian.seeweb.it squeeze-updates Release.gpg [836 B]
Ign http://debian.seeweb.it/debian/ squeeze-updates/contrib Translation-en
Ign http://debian.seeweb.it/debian/ squeeze-updates/main Translation-en
Ign http://debian.seeweb.it/debian/ squeeze-updates/non-free Translation-en
Get:3 http://debian.seeweb.it squeeze/updates Release.gpg [836 B]
Ign http://debian.seeweb.it/security/ squeeze/updates/contrib Translation-en
Ign http://debian.seeweb.it/security/ squeeze/updates/main Translation-en
Ign http://debian.seeweb.it/security/ squeeze/updates/non-free Translation-en
Get:4 http://debian.seeweb.it squeeze Release [111 kB]
Get:5 http://debian.seeweb.it squeeze-updates Release [113 kB]
Get:6 http://debian.seeweb.it squeeze/updates Release [86.9 kB]
Get:7 http://debian.seeweb.it squeeze/main amd64 Packages [6542 kB]
Get:8 http://debian.seeweb.it squeeze/contrib amd64 Packages [53.0 kB]
Get:9 http://debian.seeweb.it squeeze/non-free amd64 Packages [102 kB]
Get:10 http://debian.seeweb.it squeeze-updates/main amd64 Packages [13.7 kB]
Get:11 http://debian.seeweb.it squeeze-updates/contrib amd64 Packages [14 B]
Get:12 http://debian.seeweb.it squeeze-updates/non-free amd64 Packages [14 B]
Get:13 http://debian.seeweb.it squeeze/updates/main amd64 Packages [234 kB]
Get:14 http://debian.seeweb.it squeeze/updates/contrib amd64 Packages [674 B]
Get:15 http://debian.seeweb.it squeeze/updates/non-free amd64 Packages [14 B]
Fetched 7261 kB in 14s (511 kB/s)
Reading package lists... Done
INFO - Cleaning up apt headers and packages, so we can start fresh...
INFO -
2012-07-09 16:43:30 URL:http://software.virtualmin.com/lib/apt.conf.noninteractive [243/243] -> "apt.conf.noninteractive" [1]
INFO - Download of http://software.virtualmin.com/lib/apt.conf.noninteractive Succeeded.
INFO - Installing Webmin and Virtualmin package signing keys...
2012-07-09 16:43:30 URL:http://software.virtualmin.com/lib/RPM-GPG-KEY-virtualmi     90/1690] -> "RPM-GPG-KEY-virtualmin" [1]
INFO - Download of http://software.virtualmin.com/lib/RPM-GPG-KEY-virtualmin Suc     d.
2012-07-09 16:43:30 URL:http://software.virtualmin.com/lib/RPM-GPG-KEY-webmin [1     320] -> "RPM-GPG-KEY-webmin" [1]
INFO - Download of http://software.virtualmin.com/lib/RPM-GPG-KEY-webmin Succeed
INFO - OK
INFO - OK
INFO - Hit
INFO - Removing Debian standard Webmin package, if they exist...
INFO - Removing Debian apache packages...
INFO - Installing dependencies using command: /usr/bin/apt-get --config-file apt     .noninteractive -y --force-yes install postfix postfix-pcre webmin usermin ruby      ache2-mod-ruby libxml-simple-perl libcrypt-ssleay-perl unzip zip libfcgi-dev bin     amassassin spamc procmail libnet-ssleay-perl libpg-perl libdbd-pg-perl libdbd-my     erl quota iptables openssl python mailman subversion ruby irb rdoc ri mysql-serv     sql-client mysql-common postgresql postgresql-client awstats webalizer dovecot-c      dovecot-imapd dovecot-pop3d proftpd libcrypt-ssleay-perl awstats clamav-base cl     daemon clamav clamav-freshclam clamav-docs clamav-testfiles libapache2-mod-fcgid     he2-suexec-custom scponly apache2 apache2-doc libapache2-svn libsasl2-2 libsasl2     les sasl2-bin php-pear php5 php5-cgi libgd2-xpm libapache2-mod-php5 php5-mysql
...in progress, please wait...
.....................................................................................Extracting templates from packages: 100%............................
Extracting templates from packages: 100%
...............................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
INFO - /usr/bin/apt-get --config-file apt.conf.noninteractive -y --force-yes install postfix postfix-pcre webmin usermin ruby libapache2-mod-ruby libxml-simple-perl libcrypt-ssleay-perl unzip zip libfcgi-dev bind9 spamassassin spamc procmail libnet-ssleay-perl libpg-perl libdbd-pg-perl libdbd-mysql-perl quota iptables openssl python mailman subversion ruby irb rdoc ri mysql-server mysql-client mysql-common postgresql postgresql-client awstats webalizer dovecot-common dovecot-imapd dovecot-pop3d proftpd libcrypt-ssleay-perl awstats clamav-base clamav-daemon clamav clamav-freshclam clamav-docs clamav-testfiles libapache2-mod-fcgid apache2-suexec-custom scponly apache2 apache2-doc libapache2-svn libsasl2-2 libsasl2-modules sasl2-bin php-pear php5 php5-cgi libgd2-xpm libapache2-mod-php5 php5-mysql: Succeeded.
INFO -  Succeeded.
INFO - Installing Virtualmin and all related packages now using the command:
INFO - /usr/bin/apt-get --config-file apt.conf.noninteractive -y --force-yes install virtualmin-base
...in progress, please wait...
........................................................................................................
INFO - /usr/bin/apt-get --config-file apt.conf.noninteractive -y --force-yes install virtualmin-base: Succeeded.
INFO - Checking for updates to Virtualmin-related packages...
...in progress, please wait...
..
INFO - /usr/bin/apt-get --config-file apt.conf.noninteractive -y --force-yes install postfix postfix-pcre webmin usermin ruby libapache2-mod-ruby libxml-simple-perl libcrypt-ssleay-perl unzip zip libfcgi-dev bind9 spamassassin spamc procmail libnet-ssleay-perl libpg-perl libdbd-pg-perl libdbd-mysql-perl quota iptables openssl python mailman subversion ruby irb rdoc ri mysql-server mysql-client mysql-common postgresql postgresql-client awstats webalizer dovecot-common dovecot-imapd dovecot-pop3d proftpd libcrypt-ssleay-perl awstats clamav-base clamav-daemon clamav clamav-freshclam clamav-docs clamav-testfiles libapache2-mod-fcgid apache2-suexec-custom scponly apache2 apache2-doc libapache2-svn libsasl2-2 libsasl2-modules sasl2-bin php-pear php5 php5-cgi libgd2-xpm libapache2-mod-php5 php5-mysql: Succeeded.
INFO - Updating SpamAssassin rules...
INFO - Rule updates done
root@ts101042:~#

Una volta terminata l’installazione possiamo collegarci alla WebGUI con un browser.

https://ts101042.server.topcloud.it:10000

Apparirà una schermata come questa:


Facciamo il login e ci troveremo davanti al Wizard di post-installazione:

Lasciamo come sono le impostazioni relative all’uso della memoria, probabilmente ne abbiamo poca e non vogliamo sprecarla percui usiamola per lo stretto necessario.

Dato che non utilizzerò Virtualmin per gestire la posta (perchè complicarsi la vita quando esiste GoogleApps?) posso tranquillamente disattivare il demone di clamav per la scansione delle email.

Stesso discorso per Spamassassin.

A meno di non usare script particolari limitiamoci a far partire all’avvio solo il buon vecchio MySQL, PostgreSQL raramente ci sarà utile.

Impostate la password di amministrazione di MySQL, per buona abitudine usate tanti caratteri alfanumerici anche se il demone mysql è bindato solamente in localhost. Non si sa mai.

Selezionate la quantità di RAM disponibile nel vostro sistema, Virtualmin si occuperà di fare il tuning di MySQL per evitare di consumare troppa o troppo poca memoria. Di norma questa impostazione viene selezionata automaticamente.

Il prossimo passaggio riguarda la configurazione del DNS. Virtualmin permette anche di gestire un proprio server DNS anche se faccio volentieri a meno di questa features. Cliccate su Next senza troppi pensieri.

A questo punto Virtualmin vi chiede se volete salvare le password dei vostri clienti in chiaro! Voi rispondete prontamente di no.

Finito! Ora facciamo un po’ di “fine tuning”.

Andiamo in “System Settings” -> “Features and Plugins” dove togliamo un po’ di roba che non useremo per non trovarcela nel pannello:
_ BIND DNS domain
_ Mail for domain
_ SSL website
_ Spam filtering
_ Virus filtering
_ DAV Login
_ Mailman

E poi ovviamente bisogna abbattere i demoni che partono all’avvio della macchina. Andiamo in “Webmin” -> “System” -> “Bootup and Shutdown”. Selezioniamo i demoni sotto e clicchiamo su “Disable Now and On Boot”.
_ bind9 -> niente dns
_ mailman -> niente posta
_ clamav-freshclam -> niente posta
_ spamassassin -> niente posta
_ postfix -> niente posta correzione: va lasciato per poter inviare email dai siti web
_ dovecot -> niente posta
_ usermin -> niente posta

Ecco fatto, ora non resta che creare il nostro primo “Virtual Server”. Dal frame a sinistra selezioniamo “Create Virtual Server”, apparirà la schermata di sotto. Ora inseriamo il nome di dominio, una eventuale descrizione e la password di amministrazione dell’account.

Per popolare di contenuti il nostro Virtual Server ci si può collegare in FTP all’ip del vostro server utilizzando username e password scelti al momento della creazione dell’account.

Perfetto, ora non resta che modificare i vostri DNS per far puntare “example.com” sull’IP del vostro server. Potete adoperare sia record A sia un record CNAME, l’importante è che alla fine si riesca a risolvere l’ip del server.

Da notare che per fare le prove potete usare anche un “sottodominio”, usando come “Domain name” sottodominio.example.com. In questo modo non dovete preoccuparvi di rimettere a posto le cose in caso ci siamo dei problemi.

Se avete altre domande su Virtualmin potete utilizzare la documentazione sul sito o anche fare una domanda sul forum.

Rimango a disposizione per altri chiarimenti. Ciao e buon shared hosting!

 

 

75 Replies to “Shared hosting su TopServer”

  1. Ho voluto provare Topserver, perché era in offerta a 1,20 euro/mese (43200 topcoin), ma sono inesperto e credevo di essere assistito nella configurazione dai tecnici di Tophost. Come sistema operativo ho scelto Ubuntu GNU/Linux 11.10, che non è compatibile con la procedura indicata dal tuo tutorial (si blocca con la dicitura: “Failed to detect operating system”). Posso rimediare in qualche modo? Grazie.

  2. Sono riuscito ad avviare il server con Ubuntu GNU/Linux 12.04 LTS ed ho seguito la procedura fino a “INFO – Rule updates done” senza problemi, ma il collegamento alla WebGUI con il browser non funziona. Questo il messaggio di errore: “Firefox non può stabilire una connessione con il server ts102(…).server.topcloud.it:10000”. Qual è il problema? Grazie.

    1. Senza neanche il nome completo del server è difficile risponderti 😉
      Puoi provare a vedere se il servizio è effettivamente in ascolto sulla macchina con il comando “netstat -tpl –numeric-ports | grep 10000”, ti dovrebbe stampare una riga tipo:
      “tcp 0 0 0.0.0.0:10000 0.0.0.0:* LISTEN 22988/perl ”
      Significa che c’è un servizio tcp attivo su ogni indirizzo ip disponibile (0.0.0.0) e sulla porta 10000. Webmin appunto.

      Se questo test da esito positivo il problema potrebbe essere dalla tua parte e non sul server.
      Fammi sapere come è andata.

  3. Il nome completo del server è ts 102864.server.topcloud.it:10000
    Il test ha dato esito positivo: la risposta è “tcp 0 0 0.0.0.0:10000 0.0.0.0:* LISTEN 18438/perl ”
    Qual è il problema da parte mia? Firefox non mi ha mai dato problemi per accedere a qualsiasi tipo di sito.

    1. Seguendo il tuo consiglio, ho reinstallato il server utilizzando Debian GNU/Linux 6.0, poi ho seguito la procedura fino a “INFO – Rule updates done” senza problemi.
      Il nome completo del server adesso è ts102874.server.topcloud.it
      Il test ha dato esito positivo: la risposta è “tcp 0 0 0.0.0.0:10000 0.0.0.0:* LISTEN 16734/perl”.
      Firefox, però, continua a non connettersi, con il solito messaggio di errore. E’ l’unico sito a cui non riesco a connettermi e non so il perché.

      1. Andando per tentativi, in parte ho risolto il problema. Per connettersi, Firefox non accetta l’indirizzo nella forma “https://ts102874.server.topcloud.it:10000/”, ma come “https://5.144.173.84:10000/” e così si connette. Poi, però, nel “Post-Installation Wizard” il problema si ripresenta, perché non consente la sostituzione e “ts102874.server.topcloud.it” non viene accettato come “primary nameserver”, in quanto viene definito “not a valid DNS name”. E qui l’installazione si blocca. Qualche idea su come procedere? Grazie.

  4. Ho inoltrato il ticket a TopHost come da te suggerito. In attesa della loro risposta, vorrei sapere se puoi aiutarmi relativamente all’accesso FTP. Attualmente riesco ad accedere al sito con l’indirizzo http://5.144.173.84 ed appare la scritta “It works! This is the default web page for this server. The web server software is running but no content has been added, yet.” Per aggiungere il contenuto, provo ad accedere via FTP (Filezilla 3.5.3, che accede senza problemi a qualsiasi sito, compresi alcuni in hosting condiviso su TopHost), ma la risposta è: “Tentativo di connessione non riuscito con “ECONNREFUSED – Connection refused by server”.
    Errore: Impossibile collegarsi al server”. Qualche idea? Grazie.

  5. In attesa della risposta di TopHost, funziona tutto tramite IP e non tramite Hostname. Sono riuscito a far funzionare anche l’accesso FTP (il problema era che ProFTPD Server esclude di default l’utente “root”, assegnato da TopHost, e quindi va abilitato manualmente).
    Adesso avrei bisogno di chiarirmi le idee. Attualmente è come se avessi un server locale (tipo quello che ho sul computer con Xampp) all’IP 5.144.173.84, dove posso caricare pagine html/php e fare delle prove. Per avere un domain name associato, o ne registro uno nuovo e lo punto all’IP, oppure faccio puntare all’IP un domain name già registrato con TopHost. In questo caso, i file del sito devo caricarli al nuovo indirizzo FTP (TopServer) e lasciar perdere il caricamento al vecchio indirizzo FTP (TopWeb)?
    Ho letto sul web che è possibile configurare il TopServer per ospitare più siti web sulla stessa macchina. E’ un’operazione complessa?

    1. Gabriele, Virtualmin è un succedaneo di altri prodotti più famosi come cPanel o Plesk. La sua funzione è quella di fornire un pannello di controllo web grafico per la gestione e l’amministrazione di siti internet senza che il provider (tu) debba usare il terminale per ogni cambio di configurazione.
      ProFTPd server faceva bene a disabilitare l’accesso a root di default, poichè non ne hai bisogno.

      Se rileggi con attenzione gli ultimi paragrafi dell’articolo troverai le risposte alle tue domande.

  6. Ciao, volevo dare una mano a Gabriele. Vedo che stai tentando l’accesso con https, ma non so se hai generato una chiave RSA e un certificato. Il problema potrebbe essere che firefox non riconosce il sito perchè non può validare il certificato. Hai provato con un altro browser più permissivo?

    Saluti

  7. seguendo la guida sono riuscito a installare viartualmin.. ora il mio problema è che non riesco a collegarmi alla WebGUI con un browser mettendo il numero “ts” nel mio server e poi .server.topcloud.it:10000 … mi appare un errore di alice.. mi puoi aiutare?

    1. Ciao Jashan, se leggi i sommenti sopra puoi vedere che Gabriele ha avuto il tuo stesso problema.
      I casi sono due:
      1_ bisogna aspettare che il nome DNS si propaghi nella rete prima di utilizzarlo (basta aspettare 24 ore)
      2_ c’è un problema durante la creazione del server virtuale che non aggiorna i record sul server dns di tophost

      Gabriele cosa ti hanno risposto dal servizio tecnico di Tophost?

      1. La risposta di TopHost è stata: “Gentile Gabriele, la ringraziamo per averci contattato. Le ho risolto il problema.
        Nel caso riscontrasse ulteriori anomalie non esiti a ricontattarci”. In realtà, tutto era come prima e, quindi, per non aspettare altri due giorni una risposta che non risolve il problema, ho provato a reinstallare tutto e adesso riesco ad accedere a Webmin sulla porta 10000 sia con il Domain Name che con l’IP.
        Niente da fare, invece, per quanto riguarda i server virtuali, che nella mia configurazione non funzionano. Li configuro da Webmin con Apache Webserver e nel menu “Existing virtual hosts” trovo, rispettivamente sotto “Type”, “Address”, “Port”, “Server Name”, “Document Root”, “URL”:
        1) Default Server, Any, Any, Automatic, Automatic, Open.. (funziona: apre una pagina con “Index of /” ed altre scritte, diversa da quella che appariva col server precedente con “It works!” ed altre scritte);
        2) Virtual Server (non creato da me), Any, 80, Automatic, /var/www, Open.. (non funziona: apre una pagina con “Firefox non riesce a contattare il server :80” ed altre scritte);
        3) Virtual Server (creato da me), (numero IP TopServer), 80, (nome dominio01 senza www), /var/www/(cartella dominio01), Open.. (non funziona: il browser gira a vuoto e non apre la homepage di dominio01);
        4) Virtual Server (creato da me), (numero IP TopServer), 80, (nome dominio02 senza www), /var/www/(cartella dominio02), Open.. (funziona: il browser apre la homepage di dominio02).
        Qualcuno riesce a illuminarmi? Grazie.

  8. @Jashan: l’ho scritto nell’articolo, dall’ultima immagine in giu.
    @Gabriele: non modificare manualmente la configurazione con Webmin, rischi di incasinare Virtualmin, guarda nell’articolo come configurare un VirtualHost.

    Per entrambi, per piacere leggete attentamente quanto già scritto prima di fare domande. Ho poco tempo per rispondere qui, se lo riservo per cose che NON sono nell’articolo tanto di guadagnato per voi.

  9. Finalmente ho il TopServer e i Virtual Hosts funzionanti. Per quanto riguarda il discorso della homepage corretta con “It works!” che non veniva caricata, ho risolto modificando i permessi della cartella che contiene il file index.html (/var/www) da 750 a 755.
    Adesso dovrei procedere alla variazione dei parametri dei siti ospitati in TopWeb per farli puntare al TopServer. Ho consultato la pagina http://www.spaciughino.com/2012/07/18/come-far-puntare-il-proprio-topserver-di-tophost-ad-un-dominio-di-primo-livello-cambiando-i-dns/934 e, se ho ben capito, dovrei cambiare il record “A” con l’IP del TopServer e i record “CNAME” (con nome “www”, “sql”, “ftp”) con il Domain Name del sito ospitato.
    Ma qui ho un dubbio: non andrebbe inserito il Domain Name del TopServer? E per quanto riguarda gli altri record “MX” e “NS”, vanno mantenuti a prescidere (anche se in futuro non venisse rinnovato il TopWeb e mantenuto solo il TopServer), oppure si possono/devono modificare e, in questo caso, come?

    1. Gabriele, non so cosa tu stia facendo sul tuo TopServer, ma ti assicuro che non è assolutamente necessario modificare niente, tantomento la /var/www dato che non viene utilizzata dai virtualhost creati con Virtualmin.

      Per quanto riguarda i record DNS: http://it.wikipedia.org/wiki/Tipi_di_record_DNS
      Il tipo A restituisce un IP, il tipo CNAME ti restituisce un nome che a sua volta può essere un CNAME o un A. Il tipo MX restituisce il nome di un server di posta e il tipo NS delega una zona DNS ad essere gestita dal name server indicato dal record, ma tanto con tophost non puoi cambiarlo.

  10. Ho letto la pagina di Wikipedia, ma non sono riuscito a capire come risolvere i miei dubbi, tranne quello a cui hai risposto direttamente, cioè, che i record NS non si possono cambiare finché si resta con TopHost. Quindi, provo cortesemente a richiederlo: nei CNAME del pannello di TopWeb va inserito il Domain Name del sito ospitato o il Domain Name del TopServer? E se i record MX si possono cambiare, come bisogna procedere per farli puntare al Topserver? Grazie e buona giornata.

    1. @Gabriele il servizio Topweb comprende: spazio web, posta e DNS.
      Quali di questi servizi hai migrato sul tuo TopServer?
      Sappiamo per certo che non puoi migrare il servizio DNS poichè non puoi cambiare il DNS autoritario (i famosi record NS).

      Sappiamo che in qualche modo hai fatto funzionare un VirtualHost apache sul tuo TopServer; per pubblicare il tuo sito usando il TopServer bisogna modificare:
      _ il record A per il dominio naked “example.com”
      Nome @, Tipo A, Valore ipdeltopserver
      _ il record CNAME per il dominio con www “www.example.com” (solo perchè tophost ne ha già uno ti basta modificare quello)
      Nome www, Tipo CNAME, Valore ts102864.server.topcloud.it
      Avresti potuto tranquillamente fare a meno dei CNAME.

      Siamo arrivati alla posta. Se hai seguito scrupolosamente l’articolo la posta di Virtualmin è disattivata. Significa che Virtualmin non riceverà la posta per il tuo dominio, percui NON toccare i record MX.
      Se invece ti sei sentito coraggioso e hai lasciato che Virtualmin gestisse pure la posta allora puoi modificare i record MX in:
      Tipo MX, Priorità 1, Valore ts102864.server.topcloud.it.

      Per il record CNAME sql -> non puoi collegarti dall’esterno ai db di tophost percui è inutile per appoggiarci uno script.
      Per il record CNAME ftp -> punta ancora allo spazio di 10 GB di tophost, vedi tu se ti serve o meno.

      Resta inteso che quello che ho scritto è valido solo e soltanto se hai seguito attentamente la guida, viceversa se hai fatto esperimenti modificando manualmente le configurazioni potresti non ritrovartici per niente.
      Buona fortuna.

  11. @Riccardo, grazie mille. Ho seguito le tue indicazioni per pubblicare due siti, spostandoli da TopWeb a TopServer ed è andata… abbastanza bene. Infatti, un sito è visibile sia nella forma con www che senza, mentre l’altro è visibile solo con la forma www, mentre nella forma senza www fa apparire una pagina con “Forbidden. You don’t have permission to access / on this server”. Cercherò di scoprire da cosa dipende.
    Sono d’accordo con te che nel CNAME va inserito il Domain Name del TopServer, ma riesci a capire perché “Spaciughino.com” nella sua guida indica, invece, di inserire il Domain Name del sito ospitato?
    Se ho ben capito, tu sconsigli di far migrare i servizi di posta, sql e ftp sul TopServer e di mantenerli sul TopWeb. Quindi, il vantaggio del TopServer dovrebbe essere un miglioramento delle prestazioni nell’accesso ai siti, bypassando i rallentamenti imposti dal QoS sul TopWeb. Conosci un sistema per verificare la differenza di prestazioni tra i due servizi? Grazie.

    1. Gabriele, io ti sconsiglio di migrare la posta perchè se la si vuole gestire bene bisogna starci dietro, se c’è qualcuno che fa la fatica per te tanto meglio, come ho suggerito puoi usare GoogleApps (http://www.google.com/intl/it/enterprise/apps/business/pricing.html)

      Sql ce l’hai su localhost e perciò non ti serve avere un “sql.example.com”, è assolutamente inutile.
      FTP te lo fornisce virtualmin, basta che comunichi anche solo l’IP del tuo topserver e funziona.

      Non conosco test per verificare la differenza di prestazioni, ma essendo una VPS dovresti notare la differenza nelle ore di punta.
      Puoi controllare sul blog di TopHost, mi era sembrato ci fosse qualcuno che ne parlava.

  12. @Riccardo, adesso i due siti sono visibili in entrambe le forme (con www e senza), ma mi resta un ultimo scoglio da superare prima della migrazione definitiva da TopWeb a TopServer.
    Non so se mi puoi aiutare, dato che si tratta di un problema abbastanza specifico, comunque provo a descriverti la situazione: buona parte delle pagine dei miei siti contengono feed rss gestiti tramite MagPie, che funzionano perfettamente sia sul server locale (XAMPP) che sull’hosting condiviso, mentre sul TopServer non restituiscono alcun risultato. L’errore segnalato relativamente al file .xml da parsare è “HTTP Response: HTTP/1.1 404 Not Found”, come se il file non ci fosse, mentre c’è sicuramente. Quindi, probabilmente, l’indirizzo del file .xml (nella forma http://mioserver.it/filerss/miofile.xml) non viene letto correttamente dal server Apache. Se è così, dove devo intervenire per la correzione?
    Aggiungo, se può essere utile, che tutte le pagine che non contengono feed rss vengono visualizzate correttamente e che la versione di php è la stessa su TopWeb e su TopServer.

  13. Ho risolto il problema esposto in precedenza e indico la soluzione per chi avesse lo stesso problema: l’indirizzo del file .xml da parsare va indicato nella forma http://IPserver.it/filerss/miofile.xml invece che nella forma http://DomainNameserver.it/filerss/miofile.xml. In questo modo il server Apache lo intercetta correttamente e non appare più il messaggio di errore “HTTP Response: HTTP/1.1 404 Not Found”. Da modesto autodidatta quale sono, non so spiegare il perché, ma così funziona.
    Sul TopWeb, invece, funziona esattamente al contrario con il Domain Name nell’indirizzo, mentre con l’IP dà il messaggio di errore.

    1. Gabriele, io continuo a dirti che secondo me hai configurato male il “virtual server” e da quello che mi racconti non fai altro che dare forza alla mia tesi.

      Virtualmin server per fare hosting SHARED che vuol dire condiviso. Come fanno quelli di tophost ad usare un solo ip per 10000 siti? Semplice, ogni sito è raggiungibile solo se si inserisce il nome “example.com” nel browser perchè la richiesta http viene forgiata con appunto l’indirizzo del sito (example.com) in modo che apache capisca a quale del 10000 siti ti stai riferendo, anche se example.com punta allo stesso IP di altri 9999 siti.

      Riguarda sta benedetta configurazione, usando questo menu -> http://www.riccardodalfiume.it/shared-hosting-con-pannello-utente-su-vps/schermata13/

  14. Riccardo, dato che sono in una fase di sperimentazione, ho deciso di seguire il tuo consiglio, eliminando il server su cui stavo lavorando e ripartendo da zero. Ho seguito passo per passo la tua guida, senza intervenire manualmente, e i problemi sui file .xml sono spariti.
    E’ emersa, però, un’altra stranezza. Quando ho creato il primo virtual server tutto è andato liscio e il sito trasferito si vede perfettamente sia con il prefisso www che senza. Questo sito, dopo circa sei ore dalla modifica dei record nel pannello di TopHost, ha iniziato ad attingere i file dallo spazio sul TopServer, come ho potuto verificare con l’upload di uno script in PHP contenente il comando “echo $_SERVER[‘SERVER_ADDR’];”.
    In quel momento, se digitavo sul browser l’indirizzo del TopServer “nomeserver.server.topcloud.it”, veniva visualizzata una pagina “not found” (è giusto così?). Tutto OK, invece, digitando l’indirizzo del sito.
    Confortato dal risultato ottenuto, ho creato il secondo virtual server (stessa procedura automatizzata utilizzata per il primo) e ho modificato i record nel pannello di TopHost. Ma questa migrazione presenta delle anomalie rispetto alla prima: sono passate circa dodici ore e il sito attinge ancora i file dallo spazio di TopWeb (verifica del “Server Address” con lo script PHP), anche se in base ad alcuni tool online il trasferimento al nuovo IP del TopServer risulta completato.
    Inoltre, se digito sul browser l’indirizzo del TopServer, viene visualizzata la homepage del secondo sito trasferito, invece della “not found” di prima, e da qui la verifica del “Server Address” dà come risultato l’IP del TopServer.
    Questo, di fatto, crea un doppione con gli stessi contenuti su due IP diversi, situazione che viene gravemente penalizzata da Google nelle SERP. Come venirne fuori?

  15. Riccardo, problema in parte risolto. Anche se l’IP del TopWeb di partenza era lo stesso per i due siti, i tempi di propagazione dei DNS sono stati molto diversi: per il primo ci sono volute circa sei ore, mentre per il secondo circa ventiquattro. Adesso anche il secondo sito attinge i file dal TopServer.
    Devo ancora capire, però, se è normale che, dopo aver trasferito il primo sito, la homepage del TopServer puntasse ad una pagina “Not found”, mentre adesso punta alla homepage del secondo sito trasferito (stessi contenuti su due domain name diversi, quindi per Google un doppione da penalizzare). Se è normale e se aggiungessi un terzo sito sul TopServer, la homepage del TopServer punterebbe alla homepage del terzo sito inserito? Si può correggere questo comportamento e far puntare la homepage del TopServer alla pagina “Not Found” come in origine? A proposito, sai dove si trova questa pagina “Not found” nel sistema? Grazie.

    1. Gabriele, non sono sicuro di aver capito cosa intendi per “doppione su due IP diversi”, dato che hai un solo IPv4 sul TopServer.

      Comunque il comportamento al quale ti riferisci è il “Default website for ip address” -> https://www.virtualmin.com/node/11906

      Un consiglio per la prossima volta, i DNS sono bastardi, aspetta 24 ore come da copione prima di pensare a qualche problema. Prova ad usare i DNS di google sul tuo PC o sul tuo router, di solito si aggiornano abbastanza velocemente -> https://developers.google.com/speed/public-dns/

      Ricordati poi di cancellare la cache ad ogni prova.

  16. Riccardo, “doppione su due IP diversi” si riferiva alla situazione del secondo sito trasferito, quando non sapevo che la propagazione dei DNS era ancora in corso e vedevo il sito “example.com” sull’IP del TopServer e il sito “www.example.com” sull’IP del TopWeb. Adesso c’è solo l’IP del TopServer per “example.com” e “www.example.com”, ma gli stessi contenuti si trovano anche sul domain name del TopServer, quindi su un domain name diverso da “example.com” e anche questa situazione viene penalizzata da Google.
    Ho letto la pagina verso cui mi hai indirizzato, ma non ho capito se hanno trovato una soluzione affidabile, anche perché sembra che occorra intervenire manualmente dal lato Webmin, cioè, quello che tu mi ha sempre sconsigliato di fare e non vorrei ripartire da zero un’altra volta, con tutti i problemi di propagazione dei DNS connessi.
    Qual è la tua situazione: all’indirizzo del TopServer vedi la pagina “Not found”, la homepage di un tuo sito ospitato dal TopServer o altro ancora?

    1. Era la prima risposta, niente Webmin:
      Yup, it’s the default setup in Server Configuration -> Website Options -> Default website for IP address.

      Puoi postare la pagina dove hai letto delle penalizzazioni di Google?

  17. Basta digitare su Google “google penalizzazione contenuti duplicati” e ti escono oltre 10.000 risultati. Ti posto il primo: http://www.infotel.it/it/articoli/contenuti-duplicati-e-penalizzazione-su-google.html che chiarisce piuttosto bene il problema.
    Sulla severità della penalizzazione posso garantire io, purtroppo: ho un sito che circa un anno fa aveva una media di 6.000 visitatori/giorno. Qualcuno deve avermelo clonato, ma non ho mai saputo chi. So solo che, dalla sera alla mattina (in data 13 ottobre 2011), è crollato a circa un decimo dei visitatori/giorno e, a distanza di un anno, la situazione è migliorata di pochissimo. Avevo oltre 2.000 queries (dati Google Webmaster Tools) nella prima pagina di Google e adesso sono circa 250!
    La cosa riguarda solo Google e i suoi terrificanti “updates”, che stanno mietendo vittime a più non posso (di crolli di visite come il mio è pieno il web), mentre su Bing e Yahoo! ho avuto dei miglioramenti nel posizionamento. Il problema è che gli altri motori di ricerca tutti insieme inviano un decimo dei visitatori inviati da Google, che spadroneggia con regole spesso incomprensibili e, soprattutto, incontestabili, per cui non ci si riesce a difendere.
    Quando provai a chiedere spiegazioni, mi dissero, appunto, che si trattava di un problema di contenuti duplicati e che, per avere aiuto, avrei potuto chiedere sul loro forum ad altri utenti. Ma l’unico “aiuto” che ottenevi sul forum era quello di svuotarti le tasche, perché trovavi solo dei (presunti) super-webmaster che ti avrebbero risolto il problema se li avessi pagati.
    Poi andavo a vedere l’Alexa Rank dei loro siti ed era lontanissimo (in peggio) rispetto a quello del mio sito che avrebbero dovuto curare. Quindi, ho lasciato perdere.
    Un altro fattore importantissimo per Google è la velocità di accesso ai siti ed è per questo che sto cercando di migrare su un VPS, ma sto scoprendo che non è facilissimo. Non mi hai ancora detto che pagina visualizzi all’indirizzo del tuo TopServer: vorrei capire se la mia situazione con Virtualmin è normale o se c’è qualche anomalia.

  18. Riccardo, grazie, così sono sicuro di non aver fatto errori fin qui.
    Avrei bisogno di testare un terzo sito da trasferire, contenente degli script PHP più complessi rispetto a quelli dei primi due siti. Infatti, durante alcune prove effettuate sul TopServer, mi danno parecchi problemi relativamente alla corretta visualizzazione (su TopWeb e in locale, invece, tutto OK). Ho visto, però, che Virtualmin disabilita di default la possibilità di vedere gli errori in PHP, in modo da porvi rimedio. Sai se è possibile intervenire, senza far danni al sistema, per poter vedere a video gli errori PHP?

  19. ciao ho acquisto topserver ed ho configurato un server ts103237.server.topcloud.it,
    dal terminale fornito da tophost riesco ad entrare regolarmente, ma da shh esterno non riesco a raggiungere il server dove peraltro ho installato http://www.virtualmin.com su debian, ho provato a contattare il supporto tophost ma al momento senza successo, avete qualche suggerimento, posso fare qualcosa in particolare ?
    grazie
    Flavio De Septis

  20. Ciao Riccardo, ho seguito la tua guida per la configurazione di virtualmin per il mio sito, tutto sembra funzionare, l’unico problema riguarda la posta elettronica.

    Nella tua guida si dice di configurare il record A e CNAME, per la posta bisogna configurare qualcosa? Record MX?

    Io ho il servizio di posta su ARUBA, perciò non voglio che la mia VPS gestisca la posta, ma usando il comando “mail” di php non funziona, mentre utilizzando la posta nel modo “tradizionale” funziona tutto.

      1. Praticamente ho acquistato il servizio “Gestione DNS e Posta su Aruba”, in questo modo, proprio come dicevi tu con Google App lascio che la mail sia gestita separatamente.

        Quando creo però il virtualserver con Virtualmin mi crea di default anche la sua “parte mail” con Postfix, giusto? (Fa conflitto con Aruba?)

        Il problema che ho attualmente è che ho creato una semplice pagina php con form che invia la mail al submit (utilizzando il comando “mail()”) .

        Il problema è che le mail da form php tornano indietro, danno problemi, non arrivano. Cosa può essere?

        P.s:
        Ho visto che hai inserito in rosso che togliendo postfix
        “correzione: va lasciato per poter inviare email dai siti web”

        è proprio questo il problema

  21. Per poterti inviare posta i server email vanno a leggere i record MX, cambi quelli e cambi la posizione di arrivo della posta, Aruba o virtualmin. Se configuri la parte del postale sul virtualmin non fai altro che predisporre per un eventuale arrivo di posta, ma nessun server invierà posta al virtualmin se gli MX dicono che la posta andrà su aruba.

    il comando Mail utilizza postfix, se non hai configurato un server smtp da utilizzare per l’invio della posta con postfix, postfix si incaricherà di consegnare personalmente la posta, mettendosi in contatto diretto con i server di arrivo (sempre guardando gli MX).
    Questo permette di saltare un passaggio, tuttavia il server che riceve potrebbe non accettare la tua posta e scartarla come SPAM. Controlla che la posta sia li. Inoltre puoi controllare se effettivamente postfix ha inviato la posta mediante i file di log.

  22. Forse sono quasi arrivato alla soluzione, la mail le manda ma solo a domini diversi dal mio, quando provo a inviarmi una mail mi genera questo errore

    I’m sorry to have to inform you that your message could not
    be delivered to one or more recipients. It’s attached below.
    For further assistance, please send mail to
    If you do so, please include this problem report. You can
    delete your own text from the attached returned message.

    The mail system
    : Host or domain name not found. Name service
    error for name=MIOSITO.It type=A: Host not found

    Che errore può essere?

    P.s: Io vorrei poter configurare Postfix in modo che posso gestire più siti.

  23. Daniele, la posta ti arriva se la mandi da un altro indirizzo? Accertati che i record MX puntino giusto, utilizza il comando “dig -t MX miosito.it”.
    Controlla sia dal server virtualmin che da un altro pc, se i risultati sono identici ok, se sono differenti con tutta probabilità hai attivato e configurato i DNS autoritari per quel dominio, percui quando interroghi il DNS risponde direttamente il server DNS locale e siccome non sono impostati i record MX ti da errore.

    Per disattivare i DNS autoritari per il dominio vai su: “Edit Virtual Server” -> “Enabled features” e togli la spunta a “DNS domain enabled?”.

  24. Ciao Riccardo, si esatto la posta funziona se la mando da un altro indirizzo; il problema sta proprio sul form di contatto sul sito; ora lanciando il comando da consolle dei comandi di webmin mi da:

    ; <> DiG 9.3.6-P1-RedHat-9.3.6-20.P1.el5_8.6 <> -t MX MIOSITO.it
    ;; global options: printcmd
    ;; Got answer:
    ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 39450
    ;; flags: qr aa rd ra; QUERY: 1, ANSWER: 0, AUTHORITY: 1, ADDITIONAL: 0

    ;; QUESTION SECTION:
    ;MIOSITO.it. IN MX

    ;; AUTHORITY SECTION:
    MIOSITO.it. 38400 IN SOA NOMESERVER.it. root.NOMESERVER.it. 1366641941 10800 3600 604800 38400

    ;; Query time: 0 msec
    ;; SERVER: 127.0.0.1#53(127.0.0.1)
    ;; WHEN: Tue Apr 30 13:04:18 2013
    ;; MSG SIZE rcvd: 94

    Devo provare da un altro pc linux o c'è già qualcosa di sbagliato?

  25. Qusto viene fuori dal pc di casa.

    daniele@localhost ~]$ dig -t MX miosito.it

    ; <> DiG 9.3.6-P1-RedHat-9.3.6-20.P1.el5_8.5 <> -t MX miosito.it
    ;; global options:  printcmd
    ;; Got answer:
    ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 47966
    ;; flags: qr rd ra; QUERY: 1, ANSWER: 1, AUTHORITY: 0, ADDITIONAL: 0

    ;; QUESTION SECTION:
    ;miosito.it.   IN      MX

    ;; ANSWER SECTION:
    Miosito.it. 86400 IN   MX      10 mx.miosito.it.

    ;; Query time: 180 msec
    ;; SERVER: 192.168.2.1#53(192.168.2.1)
    ;; WHEN: Wed May  1 01:56:20 2013
    ;; MSG SIZE  rcvd: 64

    Sembrano diversi, procedo con la spunta e ti faccio sapere

  26. Ciao Riccardo, disabilitando la spunta ora il risultato è cosi:

    <> DiG 9.3.6-P1-RedHat-9.3.6-20.P1.el5_8.6 <> -t MX MIOSITO.it
    ;; global options: printcmd
    ;; Got answer:
    ;; ->>HEADER<<- opcode: QUERY, status: NOERROR, id: 12504
    ;; flags: qr rd ra; QUERY: 1, ANSWER: 1, AUTHORITY: 4, ADDITIONAL: 12

    ;; QUESTION SECTION:
    ;MIOSITO.it IN MX

    ;; ANSWER SECTION:
    MIOSITO.it. 85945 IN MX 10 mx.MIOSITO.it.

    ;; AUTHORITY SECTION:
    MIOSITO.it. 10345 IN NS dns4.arubadns.cz.
    MIOSITO.it. 10345 IN NS dns.technorail.com.
    MIOSITO.it. 10345 IN NS dns2.technorail.com.
    MIOSITO.it. 10345 IN NS dns3.arubadns.net.

    ;; ADDITIONAL SECTION:
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.163
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.166
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.72
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.74
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.151
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.154
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.157
    mx.MIOSITO.it. 85945 IN A 62.149.128.160
    dns.technorail.com. 86145 IN A 62.149.128.2
    dns2.technorail.com. 86145 IN A 62.149.132.2
    dns3.arubadns.net. 3145 IN A 95.110.220.5
    dns4.arubadns.cz. 3147 IN A 81.2.199.73

    ;; Query time: 0 msec
    ;; SERVER: 127.0.0.1#53(127.0.0.1)
    ;; WHEN: Wed May 1 12:59:09 2013
    ;; MSG SIZE rcvd: 368

    Sembra aver preso i dns di Aruba ma ancora non funziona, può essere un'errata configurazione di postfix?

  27. ho provato ora ma quando lo disabilito mi esce l’errore

    Failed to modify server : Spam filtering cannot be enabled unless email is

  28. Ricapitolando, la posta inviata tramite php mail() arriva a meno che non la mandi al tuo stesso dominio. Bisogna quindi vedere come Postfix gestisce la mail per capire dove è il problema. Riporta i log di Postfix così ci diamo un’occhiata.

    Il log li trovi in “/var/log/mail.log”

  29. Esatto, questi sono i log di oggi

    May 2 00:43:44 ddstaff postfix/smtpd[20384]: connect from proxy.mbs-software.info[87.234.32.189]

    May 2 00:43:44 ddstaff postfix/smtpd[20384]: disconnect from proxy.mbs-software.info[87.234.32.189]

    May 2 00:47:04 ddstaff postfix/anvil[20386]: statistics: max connection rate 1/60s for (smtp:87.234.32.189) at May 2 00:43:44

    May 2 00:47:04 ddstaff postfix/anvil[20386]: statistics: max connection count 1 for (smtp:87.234.32.189) at May 2 00:43:44

    May 2 00:47:04 ddstaff postfix/anvil[20386]: statistics: max cache size 1 at

    May 2 00:43:44
    May 2 02:43:08 ddstaff dovecot: ssl-build-param: SSL parameters regeneration completed

    May 2 04:01:02 ddstaff postfix/pickup[23805]: 6527C4AA877F: uid=0 from=

    May 2 04:01:02 ddstaff postfix/cleanup[25026]: 6527C4AA877F: message-id=

    May 2 04:01:02 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 6527C4AA877F: from=, size=721, nrcpt=1 (queue active)

    May 2 04:01:04 ddstaff postfix/smtp[25028]: 6527C4AA877F: to=, orig_to=, relay=mx.ddstaff.it[62.149.128.72]:25, delay=3.5, delays=1.1/0/2.1/0.24, dsn=2.0.0, status=sent (250 2.0.0 Wnz31l01V0UNlg201nz3Vh mail accepted for delivery)

    May 2 04:01:04 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 6527C4AA877F: removed
    May 2 14:57:58 ddstaff postfix/pickup[6742]: 0A05A4AA86DF: uid=48 from=

    May 2 14:57:58 ddstaff postfix/cleanup[6853]: 0A05A4AA86DF: message-id=

    May 2 14:57:58 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 0A05A4AA86DF: from=, size=603, nrcpt=1 (queue active)

    May 2 14:57:58 ddstaff postfix/pickup[6742]: 341D14AA86D3: uid=48 from=
    May 2 14:57:58 ddstaff postfix/cleanup[6853]: 341D14AA86D3: message-id=

    May 2 14:57:58 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 341D14AA86D3: from=, size=620, nrcpt=1 (queue active)
    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/smtp[6859]: 341D14AA86D3: to=, relay=none, delay=2.3, delays=0.27/0/2/0, dsn=5.4.4, status=bounced (Host or domain name not found. Name service error for name=hotel-bluegreenlampedusa.it type=A: Host not found)

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/cleanup[6853]: 7D84B4AA8811: message-id=

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/bounce[6860]: 341D14AA86D3: sender non-delivery notification: 7D84B4AA8811

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 7D84B4AA8811: from=, size=2471, nrcpt=1 (queue active)

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 341D14AA86D3: removed

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/smtp[6857]: 0A05A4AA86DF: to=, relay=mx.ddstaff.it[62.149.128.72]:25, delay=2.8, delays=0.36/0/2.2/0.23, dsn=2.0.0, status=sent (250 2.0.0 Wyvx1l01J0UNlg201yvxzf mail accepted for delivery)

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 0A05A4AA86DF: removed
    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/smtp[6859]: 7D84B4AA8811: to=, relay=mx.ddstaff.it[62.149.128.154]:25, delay=0.39, delays=0.1/0/0.09/0.2, dsn=2.0.0, status=sent (250 2.0.0 Wyvx1l01h0UNlg201yvxYX mail accepted for delivery)

    May 2 14:58:00 ddstaff postfix/qmgr[32485]: 7D84B4AA8811: removed

  30. Oggi ho provato il comando mail() 2 volte: una al mio sito personale (come test) e arriva, l’altra invece essendo dello stesso dominio mi torna indietro.

  31. Mmmm…questo era il contenuto del file, ho messo solo il 2 Maggio, non ho censurato niente, per completi cosa intendi?

  32. ah sisi può essere

    http://pastebin.com/1C0drdHf

    ho fatto una prova adesso a mandare dal sito la famosa mail

    P.s. mi sono accorto che i log della giornata di oggi partono dalle 8.00 ma non ho fatto operazioni. C’è per caso spam o qualcosa di simile?

    P.s.2. gli orari sul server non sono esatti, perciò i log sono sballati come orario (non so perchè)

  33. Di tutte le 516 righe quelle che riguardano il tuo problema sono le ultime 16…
    Si evince chiaramente che la mail 02C984AA8693 ha un problema:
    02C984AA8693: to=, relay=none, delay=0.95, delays=0.95/0/0/0, dsn=5.4.4, status=bounced (Host or domain name not found. Name service error for name=hotel-bluegreenlampedusa.it type=A: Host not found)

    Il motivo è che il dominio non esiste, ti sei sbagliato a scrivere ed hai invertito hotel-lampedusabluegreen.it (corretto) con hotel-bluegreenlampedusa.it

    L’altra mail CA46C4AA877D invece è stata consegnata correttamente:
    CA46C4AA877D: to=, relay=mx.ddstaff.it[62.149.128.160]:25, delay=0.79, delays=0.36/0/0.12/0.31, dsn=2.0.0, status=sent (250 2.0.0 Z5ab1l00t0UNlg2015abUd mail accepted for delivery)

    e anche la sender non-delivery notification: DF2074AA884A è stata consegnata ai server di Aruba.

    Percui a parte la tua svista non vedo errori lampanti dal punto di vista di Postfix.
    PS: le prime 500 righe contengono un’infinità di tentativi di accesso alle caselle email del tuo server, alcuni dalla Cina e altri dalla Francia e altri da utenti Telecom Italia, stai cercando di accedere alle caselle del tuo server?

  34. No è proprio quello il problema, non ho fatto nessun tentativo di accesso.

    C’è da preoccuparsi?

    Ho installato NTP come consigliato via SSH con il comando:

    yum install ntp

    Sembra essere stato installato correttamente, come faccio a controllare che mi sincronizza le date?

  35. P.S. Finalmente ho risolto il problema della mail !! Grazie davvero, alla fine era il problema di disabilitare tutte le feature come mi avevi detto, poi io ci ho messo del mio a furia di smanettare 😀

  36. Si esatto, per tutti coloro che fossero nella mia stessa situazione, la soluzione corretta è togliere la spunta a:

    DNS domain enabled?
    Virus filtering enabled?
    Mail for domain enabled?
    Spam filtering enabled?

    In Edit Virtual Servers –> Enabled features

    Io ho “smanettato” a livello di php per il comando mail() , non sul server

  37. Buongiorno a tutti, secondo voi a cosa può essere dovuto l’errore:

    May 22 12:23:31 ddstaff postfix/smtp[6123]: 4FFDF4AA8773: to=, relay=mx. miosito.it[62.149.128.74]:25, delay=1, delays=0.35/0/0.13/0.52, dsn=5.1.1, status=bounced (host mx. miosito.it [62.149.128.74] said: 550 5.1.1 recipient rejected (in reply to RCPT TO command))

  38. Ciao
    ho seguito passo passo la tua guida
    l’installazione e’ andata bene nessun errore tuto ok
    solo che quando metto un file php nella cartella del sito (public_html) non viene interpretato
    ho fatto la prova con il calssico fiel info.php (con phpinfo() all’interno am niente)
    le pagine html le imamgini ecc ele visualizza correttamente
    se metto dei tag htm nel file php li legge correttamente ma salta la porzione php
    non so piu’ dove sbattere la testa

    come S.o. ho scelto ubuntu 12.04 (ma gia’ avevo provato con debian come te ma con esiti esattametne uguali; ho pensato “magari cambiano sistema funziona” ma nisba)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *